• Romagna Sport
  • Marche Sport

Basket | Professionisti | Lega 2

Pre-partita di Orlandina Capo d’Orlando-Staff Mantova con le dichiarazioni di Ferrara

Di Giacomo Negri 23/01/2021

Pre-partita di Orlandina Capo d’Orlando-Staff Mantova con le dichiarazioni di Ferrara

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

 

Pre-partita di Orlandina Capo d’Orlando-Staff Mantova con le dichiarazioni di Ferrara

14^ giornata girone Verde

Orlandina Capo d’Orlando-Staff Mantova

Domenica 24 gennaio 2021 – ore 12:00

Campo di gioco: PalaFantozzi, Piazza Peppino Bontempo – Capo d’Orlando (ME)

-Gara a porte chiuse-

Arbitri:

Caforio Angelo di Brindisi (BR) – Bartolomeo Antonio di Cellino San Marco (BR) – Mottola Christian di Taranto (TA)

Matteo Ferrara:

“Domenica dovremo affrontare la partita con la mentalità avuta nel primo tempo contro Piacenza. Siamo una squadra che quando riesce a difendere bene e poi corre in contropiede riesce a produrre molto, quindi dovremo rimanere sul pezzo sulla difesa e sulle piccole cose che fanno la differenza. Capo d’Orlando sta giocando molto bene e la classifica lo dimostra. I loro due americani stanno facendo un campionato clamoroso. Loro vorranno imporre il loro ritmo e giocano molto correndo veloce in transizione. Quindi dovremo limitare il loro ritmo e imporre invece la nostra fisicità.”

Media:

La gara sarà visibile in diretta e on demand in abbonamento su LNP TV Pass.

Aggiornamento live sui social Facebook, Instagram e Twitter degli Stings.

 

Area Comunicazione e Stampa

Pallacanestro Mantovana Staff

Giacomo Negri

Pallacanestro Mantovana : Stings ko dopo un tempo supplementare a Capo d’Orlando

Di Giacomo Negri 25/01/2021

Pallacanestro Mantovana :  Stings ko dopo un tempo supplementare a Capo d’Orlando

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

 

Pallacanestro Mantovana :  Stings ko dopo un tempo supplementare a Capo d’Orlando

 

Sconfitta in trasferta per la Staff dopo un tempo supplementare contro i padroni di casa dell’Orlandina.

Inizio di gara favorevole per i biancorossi (3-13 al 4′) e (7-17 al 6′), i siciliani sono bravi a ricucire pian piano lo strappo (14-17 al termine del primo quarto). Nel secondo periodo sono i messinesi a trovare il vantaggio e a riuscire ad allungare fino al 49-41 di metà gara.

Nella seconda metà del terzo quarto gli Stings mettono a segno un parziale di 0-14 che regala il 59-62 al 27′. Dopo 3/4 di gara le squadre sono appaiate sul 68-67. Nel quarto periodo la partita procede punto a punto, un tiro libero di Cortese fissa il punteggio sull’87 pari che manda le squadre all’overtime. Anche nei cinque minuti extra regna l’equilibrio, Capo d’Orlando trova il colpo di reni finale sul 96-95 mettendo a segno quattro punti consecutivi mentre i virgiliani non riescono ad infilare la tripla della parità.

Orlandina Basket Capo d´Orlando-Staff Mantova 102-98

(14-17; 49-41; 68-67; 87-87)

Orlandina Capo d´Orlando: Floyd 34, Johnson 22, Fall 12, Taflaj 11, Gay 11, Laganà 10, Moretti 2, Del Debbio, Triassi n.e., Dore n.e., Lo Iacono n.e., Raví n.e.. Coach: Sodini

Staff Mantova: Ghersetti 18, Ceron 16, Cortese 15, Bonacini 15, Weaver 15, James 13, Infante 3, Ferrara 2, Maspero 1, Ziviani n.e.. Coach: Di Paolantonio

 

Area Comunicazione e Stampa

Pallacanestro Mantovana

Giacomo Negri

FIP - La Procura Federale apre un’indagine su quanto accaduto nella gara tra Capo d’Orlando e Mantova

Di Ufficio Stampa FIP 24/01/2021

FIP - La Procura Federale apre un’indagine su quanto accaduto nella gara tra Capo d’Orlando e Mantova

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

 

 

FIP - La Procura Federale apre un’indagine su quanto accaduto nella gara tra Capo d’Orlando e Mantova  

24 Gennaio 2021

Al termine della gara odierna di A2 tra Orlandina Basket Capo d’Orlando e Staff Mantova la Procura Federale ha aperto un’indagine al fine di verificare eventuali condotte e/o comportamenti rilevanti sotto un profilo disciplinare tenute dal giocatore Flavio Gay nei confronti del giocatore Marco Ceron.

 

Ufficio Stampa Fip

Orlandina Basket – Staff Mantova 102-98 (14-17; 49-41; 68-67; 87-87)

Di Ufficio Stampa Orlandina Basket 24/01/2021

Orlandina Basket – Staff Mantova 102-98 (14-17; 49-41; 68-67; 87-87)

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

 

L’OVERTIME SORRIDE ALL’ORLANDINA, BATTUTA MANTOVA 102-98

Ancora un incredibile finale al PalaFantozzi porta l’Orlandina Basket a conquistare la sesta vittoria nelle ultime sette partite, battendo Mantova 102-98!

Questa volta i biancoazzurri trionfano all’overtime, dopo aver sprecato un vantaggio di 12 lunghezze nel terzo periodo. Gli ospiti rimontano e con un libero di Cortese pareggiano la gara al 40’. Il tiro di Johnson non va a bersaglio e si va al tempo supplementare dove, oltre al solito Floyd, sale in cattedra Celis Taflaj, con due canestri a dir poco decisivi per la conquista dei due punti in classifica.

Orlandina che sale adesso a 14 punti in classifica. Sei gli uomini in doppia cifra per coach Sodini: top scorer ancora una volta Jordan Floyd con 34 punti, mentre Johnson ne segna 22. 12 e 9 rimbalzi per Abdel Fall, 11 a testa per Gay e Taflaj, 10 per Laganà.

L’Orlandina proverà a confermarsi già da giovedì 28, quando scenderà in campo a Tortona. Palla a due alle ore 19.30.

La cronaca del match:

Partenza shock per i paladini, che faticano a trovare la via del canestro e sono troppo morbidi in difesa. In un amen, spinti da Cortese, Ghersetti ed un super Bonacini, gli ospiti si portano sul +12 (3-15). È Flavio Gay a sbloccare i paladini con la tripla, mentre dall’altra parte Weaver tiene ancora Mantova sul +11 (6-17). Finalmente arriva la risposta dei padroni di casa, con un parziale di 8-0 aperto da Laganà ed in cui Moretti e Taflaj mette la tripla. Alla fine del primo quarto il tabellone recita 14-17.

Mantova ritrova il fondo della retina in avvio di secondo parziale e i 5 punti di fila di Fall valgono la perfetta parità a quota 19. Quando Ghersetti infila la linea di fondo e vola ad inchiodare ad una mano, per Jordan Floyd arriva il momento di salire cattedra, portando Capo d’Orlando sul +4 (30-26). Ghersetti e James tengono ancora attaccata Mantova, ma i paladini sono in ritmo e con Johnson, Gay ed il solito Floyd vanno sul +6 (40-34). I lombardi dimostrano di non mollare un centimetro e si rifanno, ma Fall, Laganà e l’inchiodata di Johnson mandano le squadre negli spogliatoi sul 49-41.

Sono le triple di Taflaj e Ceron ad aprire il secondo tempo, mentre 4 punti di fila di Floyd valgono il massimo vantaggio Orlandina, +12 (56-44). Weaver e Ghersetti accorciano, ma la tripla di Gay tiene Capo d’Orlando sul +11. I biancoazzurri vanno in blackout e con un parziale di 14-0 firmato Bonacini, Ghersetti, Ceron e Cortese, Mantova torna in vantaggio sul 59-62. Le triple di Floyd e Laganà tengono ancora avanti Capo d’Orlando (67-64), ma Weaver e il tiro libero di Maspero chiudono il terzo quarto sul 68-67.

In avvio di ultimo parziale Ferrara e Bonacini riportano Mantova sul +4 (68-72). Sono però Floyd e Johnson a trascinare Capo d’Orlando al nuovo +5 (78-73) quando mancano 5 minuti al termine della gara. Cinque punti di fila di Ceron riportano tutto in parità, mentre Johnson tiene i paladini ancora sul +2. Alla tripla di Weaver replica Fall, ma Ceron è preciso dall’arco e Cortese mette il +3 (83-86) a 1’18’’ dal termine. Johnson e Floyd sono precisi in lunetta e a 13’’ dalla fine Capo d’Orlando è sul +1 (87-86). Laganà commette fallo su Cortese, che mette solo uno dei tiri liberi a sua disposizione e si va al tempo supplementare sul punteggio di 87 pari.

Il 2/2 di Laganà apre l’overtime, mentre cinque punti di fila di Ghersetti riportano avanti Mantova (89-92). Arriva forte la reazione dei padroni di casa, con Floyd e cinque punti di Taflaj per il +4 (96-92). Cortese la mette da tre e spaventa ancora i paladini ma a 22 secondi dal termine, con ancora con Floyd e Flavio Gay preciso dalla lunetta, Capo d’Orlando si mette a due possessi di distanza (100-95). Mantova spreca in attacco e con i tiri liberi di Johnson i biancoazzurri mettono il sigillo sul match. La tripla di James serve solo ad aggiustare il punteggio sul 102-98 finale.

Le parole di coach Sodini al termine della gara: «E’ stata una partita che mi lascia più arrabbiato che contento. Devo fare due ragionamenti distinti: uno di carattere tecnico che riguarda la periodizzazione, noi sapevamo che questa settimana avremmo potuto avere qualche difficoltà dal punto di vista della stanchezza fisica. Questo però non si è visto, almeno a livello tecnico, ma si è notato a livello di atteggiamento dati che ci siamo mostrati troppo nervosi, anche quando eravamo sul +14 nel terzo quarto.

Questo non mi è piaciuto, ecco perché sono più arrabbiato che contento oggi, posto che vincere fa sempre bene. Una squadra che ha vinto 6 delle ultime 7 partita è ovvio che ha qualcosa dentro di speciale, ma appunto per questo io devo pretendere di più da loro. Ora ci attendono due trasferte e questo non deve essere l’atteggiamento con cui andiamo a giocare a Tortona e Casale Monferrato.

Abbiamo segnato 102 punti, Floyd è un giocatore eccezionale, ma vorrei togliergli le 9 palle perse. La direzione è quella giusta, Jordan magari sarà l’MVP o il miglior realizzatore dell’intera Serie A2, ma il mio compito è spingerlo oltre, così come vale anche per gli altri ragazzi. Menzione speciale per Celis Tafalj e i suoi canestri decisivi nell’overtime.»

Orlandina Basket – Staff Mantova 102-98 (14-17; 49-41; 68-67; 87-87)

Orlandina Basket: Ravì n.e., Taflaj 11, Gay 11, Floyd 34, Laganà 10, Johnson 22, Del Debbio, Triassi n.e., Lo Iacono n.e., Fall 12, Dore n.e., Moretti 2. Coach: Marco Sodini.

Staff Mantova: Infante 3, Ceron 16, James 13, Ferrara 2, Ghersetti 18, Maspero 1, Cortese 15, Bonacini 15, Weaver 15, Ziviani n.e. Coach: Emanuele Di Paolantonio.

 

Ufficio Stampa Orlandina Basket

Commenti

PUBBLICITA'

PUBBLICITA'