In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Basket | Dilettanti | DNB

S.S.Sutor Premiata Montegranaro - Coach Ciarpella sulla sfida contro la Rekico Faenza

Di Diego Pierluigi 18/01/2020


S.S.Sutor Premiata Montegranaro - Coach Ciarpella sulla sfida contro la Rekico Faenza

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

 

COACH CIARPELLA: “CONTRO FAENZA SARA’ LA PRIMA DI QUATTORDICI FINALI”

Montegranaro,18 Gennaio – Dopo la sconfitta interna contro la Virtus Civitanova, la Premiata è chiamata ancora una volta ad un riscatto per voltare pagina al più presto da questo periodo non proprio fortunato. I gialloblù questo fine settimana saranno di scena al Pala Cattani contro la Rekico Raggisolaris Faenza per la prima gara esterna del 2020. Una sfida fondamentale per ritrovare il contatto con la vittoria e soprattutto per la classifica in un momento in cui la Sutor si troverà ad affrontare molte compagini invischiate nella lotta salvezza. Ecco le parole di coach Marco Ciarpella su questa delicata fase della stagione sutorina:

“Siamo sicuramente in un momento di difficoltà ma non dobbiamo assolutamente piangerci addosso perché sapevamo che in questo campionato potevamo trovare delle insidie – spiega il coach Ciarpella – ci dispiace non aver regalato una gioia ai nostri tifosi che contro Civitanova hanno riempito il Bombonera ma siamo rammaricati anche per il fatto che la scorsa è stata una settimana di lavoro molto buona dopo che contro Cento avevamo fatto una grande prestazione”. Per la Sutor ora inizierà una fase del campionato dove ci saranno molti match contro avversari che lottano per la salvezza: “ Nonostante la partita di domenica abbiamo lasciato qualche strascico a livello fisico, quella appena passata è stata una grande settimana di allenamento – continua Ciarpella – tutti noi vogliamo voltare pagina da questo momento negativo e posso dire che ci siamo preparati al meglio per affrontare Faenza che sarà la prima di quattordici finali che ci attendono”. Proprio contro la Rekico Faenza per la Sutor ottenne, nel girone di andata, la prima vittoria in serie B ed oggi le due squadre si trovano separate solo da due punti:” Faenza è una squadra che è cambiata rispetto al girone di andata – chiosa il coach sutorino – ha effettuato degli innesti che gli hanno consentito di aumentare in fisicità e questo la rende una squadra ancor più pericolosa. Noi dobbiamo andare al Pala Cattani per fare una gara di grande attenzione rimanendo concertati per tutti i 40 minuti e soprattutto cercare di reggere all’urto dei parziali che potremmo subire perché. Ora quello che possiamo fare è cercare di continuare a giocare con fiducia e difendere con grande intensità per tutto l’arco della partita”


Ufficio Stampa Sutor Premiata Montegranaro
Diego Pierluigi




Rekico Faenza vs Sutor Montegranaro 69-45 (20-6; 37-19; 54-33)

Una Rekico ai limiti della perfezione supera Montegranaro

20/01/2020


Rekico Faenza vs Sutor Montegranaro 69-45 (20-6; 37-19; 54-33)

 

 

Rekico Faenza vs Sutor Montegranaro 69-45 (20-6; 37-19; 54-33)

FAENZA: Marabini ne, Anumba 12, Rubbini 2, Oboe 8, Zampa 3, Calabrese, Tiberti 15, Bruni 8, Mazzotti ne, Klyuchnyk 5, Sgobba 1, Petrucci 15. All.: Friso

MONTEGRANARO: Lupetti 6, Ragusa 3, Villa 16, Di Angilla, Jovovic, Ciarpella F. 6, Caverni 13, Polonara 1, Rovatti, Palmieri ne, Panzieri. All.: Ciarpella M.

ARBITRI: Di Franco e Berlangieri

NOTE. Usciti per falli: Ciarpella F., Villa, Caverni

 

Seguici su Facebook: BASKET EMILIAROMAGNA

 

Una Rekico da applausi e ai limiti della perfezione, incanta il PalaCattani giocando la migliore gara della stagione per atteggiamento e intensità. La voglia di vincere permette di azzannare il match sin dalla prima azione, imponendo il gioco grazie alla difesa e ad un attacco puntuale e attento. Un successo che riscrive anche la classifica, perché il 69-54 finale permette di ribaltare il -2 rimediato all’andata a Montegranaro, portando inoltre i Raggisolaris lontani dalla zona play out e con i play off distanti ancora due soli punti. A completare la splendida giornata è il ritorno di Klyuchnyk, assente dai campi dallo scorso novembre per un problema alla schiena, e acclamato dal pubblico appena entrato sul parquet. Da oggi la Rekico ha ritrovato il suo pivot.

 

Il match parla faentino sin da subito, con un break iniziale di 8-0 che costringe la Sutor a chiamare time out. La Rekico in attacco gira a mille trovando punti d’oro con Tiberti, ma è la difesa ad essere micidiale, catturando rimbalzi e recuperando palloni. Il primo quarto si chiude 20-6 per i Raggisolaris, che concedono soltanto due punti su azione agli avversari. Il copione non cambia neanche al rientro in campo. I Raggisolaris viaggiano ai mille all’ora e raggiungono il 20-9 distribuendo equamente i punti (all’intervallo nessun giocatore è in doppia cifra) con Villa che prova a tenere a galla i suoi, ma neanche il suo exploit personale argina i faentini che arrivano al riposo lungo avanti 37-19.

 

Un piccolo e fisiologico calo, la Rekico lo accusa nei primi quattro minuti del terzo quarto, una volta toccato il 40-19. Con un break di 10-0 la Sutor ricuce il gap fino al 29-40, ma è un fuoco di paglia. Friso chiama time out e sveglia la squadra, poi Bruni inizia a servire assist al bacio, mettendo i compagni nelle migliori condizioni per segnare. Tra palle recuperate, canestri da fuori e da sotto, i Raggisolaris riprendono un buon vantaggio, allungo finalizzato dalla schiacciata al volo di Anumba per il 51-19 nata da un assist di Bruni. Per Montegranaro, alle prese anche con problemi di falli, è il colpo del ko e così la Rekico negli ultimi dieci minuti può gestire il vantaggio.

 

 

PROSSIMO TURNO – La Rekico giocherà domenica 26 gennaio alle 18 in casa della Tramec Cento e ritornerà al PalaCattani mercoledì 29 gennaio alle 20.30 contro l’Esa Italia Chieti.

 

Per maggiori informazioni

 

Luca Del Favero

Capo Ufficio Stampa Rekico Raggisolaris Faenza

 

 

 

 

 

 

 



S.S.Sutor Premiata Montegranaro - Buio pesto a Faenza, la Sutor Cade ancora in trasferta

Di Diego Pierluigi 19/01/2020


S.S.Sutor Premiata Montegranaro - Buio pesto a Faenza, la Sutor Cade ancora in trasferta

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

BUIO PESTO A FAENZA, LA PREMIATA CADE ANCORA IN TRASFERTA

Faenza,19 Gennaio – La Sutor non riesce ancora a trovare la prima gioia di questo 2020, fin qui stregato, nemmeno sul parquet del Pala Cattani contro la Rekico Faenza. Dopo un primo quarto di buoi pesto gli uomini di Ciarpella provano a imbastire una reazione che però viene sempre annullata sul nascere da un’ottima prestazione dei padroni di casa che conquistano così una meritata e larga vittoria che vale doppio considerando l’attuale posizione in classifica delle due squadre. La Sutor ha sfidato la Raggisolaris Rekico Faenza per cercare di conquistare anche una vittoria che manca in trasferta da tempo e che avrebbe permesso agli uomini di coach Ciarpella di guardare la classifica con maggiore serenità, visto il gruppone dei playout che li segue. All'andata fu successo dei gialloblù, che valse tra l’altro i primi due punti stagionali, con una tripla sulla sirena di Villa. I neroverdi di coach Friso si sono rivelati molto cresciuti da quella partita di inizio ottobre e ce l’hanno messa tutta per bissare la maiuscola prestazione dell’ultimo turno giocato a Porto Sant'Elpidio che ha poi coinciso con i loro primi due punti del girone di ritorno.

Lo starting five di coach Ciarpella era composto dal solito Caverni ad occupare il ruolo di play con ai lati i veregrensi Lupetti e Ciarpella, mentre ad agire nel pitturato sono stati Panzieri e Polonara. Si è accomodato all’inizio in panchina il nuovo arrivato in casa Sutor Andrea Rovatti che insieme alla squadra aveva solo sostenuto la seduta di rifinitura ma è stato subito arruolato per la spedizione di Faenza.  L’inizio del primo quarto è da incubo per la Premiata con i ragazzi di coach Friso che piazzano subito un break di 6-0 dopo poco più di un minuto costringendo al primo time out coach Ciarpella. Al rientro non cambia di molto la situazione perché i gialloblù continuano a sbagliare tanto e le palle perse aumentano con i primi punti che arrivano dopo 3 minuti di gioco grazie a due tiri liberi di Lupetti. Trova i suoi primi minuti in maglia gialloblù l’ultimo arrivato Andrea Rovatti ma non riesce a dare la scossa necessaria anche perchè la Rekico sfrutta tutti gli errori dei giocatori sutorini. Tiberti è implacabile così come Oboe e Anumba che riescono ad offrire un grande apporto sia in termine di qualità che quantità e così i primi dieci minuti si chiudono sul 20-6 con Caverni che fa due su due dalla lunetta e Polonara che tenta di sganciare la tripla della riscossa che però finisce sul ferro. Il copione non cambia per nulla nel secondo quarto con la Sutor che evidenzia i soliti problemi in fase offensiva e Faenza che inizia ad accumulare un vantaggio che prima della metà del periodo tocca il + 20. A 4’36’’ Francesco Ciarpella tenta una reazione di rabbia e orgoglio andando a realizzare un canestro e conquistare fallo ma serve a poco perché i padroni di casa riescono a mantenere il pieno controllo del match. Sul finale di quarto Villa prova a dare una scossa andando prima timbrare il canestro e poi a ruggire su Anumba portandogli via la palla andando a realizzare 4 punti in poco meno di 30’’ ma è veramente poco perché la bomba allo scadere di capitan Bruni porta le squadre all’intervallo lungo sul 37-19. La seconda parte di gara si apre con la Premiata che sembra trovare maggiore confidenza con il canestro, inizialmente è Faenza a partire forte con Tiberti che realizza 2 punti più il canestro aggiuntivo conquistato ma poi Caverni e l’asse Villa Ciarpella iniziano a carburare portando pian piano i gialloblù sul -12. Purtroppo per la Sutor però è solo un fuoco di paglia perché sale in cattedra per la Rekico Anumba che con la sua fisicità riesce a ricacciare indietro il tentativo di rialzare la testa dei veregrensi e a metà quarto i padroni di casa riconquistano ancora il vantaggio di + 20. Questa volta i gialloblù non riescono più a rialzare la testa e la forbice dello svantaggio, grazie anche agli show sotto canestro di Anumba e Tiberti, tocca anche il -24 e per gli uomini di coach Ciarpella c’è solo da tentare di limitare i danni di un terzo quarto che si chiude il 54-33. Gli ultimi dieci minuti hanno poco da raccontare la Reciko fa accademia per la Sutor continua a sbagliare senza mai riuscire, solo in qualche rara occasione, ad abbozzare una reazione e così il match si chiude con la tripla di Oboe che mette la pietra tombale alla gara he termina con il risultato di 64-45 a favore della Rekico Faenza.

Poco da dire sulla prestazione degli uomini di coach Ciarpella che escono con le ossa rotte dal Pala Cattani e che ora dovranno tornare subito a lavoro per concentrarsi al massimo sul prossimo match che li attende tra 7 giorni alla Bombonera contro il Giulianova Basket 85.

RAGGISOLARIS REKICO FAENZA – SUTOR PREMIATA MONTEGRANARO 69 -45

Raggisolaris Rekico Faenza: Anumba 12, Rubbini 2, Oboe 8, Zampa 3, Calabrese, Tiberti 15, Bruni 8, Klyuchnyk 5, Sgobba 1, Petrucci 15, Mazzotti n.e. , Marabini n.e.
coach: Massimo Friso

Sutor Premiata Montegranaro: Lupetti 6, Ragusa 3, Villa 16, Di Angilla, Jovovic, Ciarpella F. 6, Caverni 13, Panzieri , Polonara 1, Palmieri n.e. ,Rovatti
coach: Marco Ciarpella

1°Arbitro: Mirko Moreno Di Franco di Bergamo
2°Arbitro: Claudio Berlangieri di Trezzano sul Naviglio (MI)

Parziali: 20/6,17/13,17/14,15/12
Progressivi: 20/6,37/19,54/33,69/45

Ufficio Stampa Sutor Premiata Montegranaro
Diego Pierluigi



S.S.Sutor Premiata Montegranaro - Andrea Rovatti è un nuovo giocatore della Sutor

Di Diego Pierluigi 18/01/2020


S.S.Sutor Premiata Montegranaro - Andrea Rovatti è un nuovo giocatore della Sutor

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA


ANDREA ROVATTI È UN NUOVO GIOCATORE DELLA SUTOR BASKET MONTEGRANARO

Montegranaro,18 Gennaio – La Sutor Basket Montegranaro comunica di aver sottoscritto un contratto per il finale della stagione 2019/2020 con il giovane esterno italiano di 197 cm Andrea Rovatti.

Rovatti, nato a Montecchio Emilia (Re) il 28 novembre del 1996, è cresciuto nel settore giovanile della Grissin Bon Reggio Emilia e ha fatto il suo esordio in Serie A nella stagione 2014/2015 prendendo parte anche alla finale scudetto contro il Banco di Sardegna Sassari.
Nell’estate del 2015 si è trasferito alla Fortitudo Bologna, in Serie A2, e dopo l’esperienza di un anno con la maglia della Scaligera Verona, ha giocato nelle ultime due stagioni con la Cagliari Dinamo Academy sempre in A2.
Rovatti vanta diverse convocazioni nei raduni della Nazionale Italiana Under 19 e Under 20.
Questa mattina Andrea ha rilasciato le prime dichiarazioni da nuovo giocatore gialloblù:
“Sono molto contento di essere arrivato qui a Montegranaro – dichiara Rovatti - ci tengo a ringraziare la società e tutto lo staff tecnico per la fiducia che mi hanno dimostrato. Sono entrato a far parte di un gruppo giovane ma dotato di grandi potenzialità; sono qui per dare una mano alla squadra a raggiungere gli obiettivi prefissati e per farlo darò tutto me stesso a partire dalla gara contro Faenza”

Ufficio Stampa Sutor Premiata Montegranaro
Diego Pierluigi



Faenza: con Montegranaro la rekico cerca il rilancio in classifica

18/01/2020


Faenza: con Montegranaro la rekico cerca il rilancio in classifica

 

 

Il 2020 casalingo della Rekico inizia con uno scontro diretto da non fallire. Domenica alle 18 al PalaCattani arriverà la Sutor Montegranaro, formazione che ha due punti in meno dei faentini in classifica e che all’andata ha vinto 98-96 dopo un tempo supplementare. Grazie alla vittoria a Porto Sant’Elpidio, i Raggisolaris si trovano ora in una sorta di limbo in classifica, sospesi tra play off e play out, distanti entrambi due punti. Vincere contro i marchigiani sarebbe dunque fondamentale per lasciarsi alle spalle il gruppo delle inseguitrici e per rientrare in corsa per i primi otto posti. A spingere la Rekico alla vittoria saranno anche i ragazzi della Raggisolaris Academy, che saranno sugli spalti ad incitare i loro beniamini: tutte le squadre del settore giovanile dei corsi di Faenza, Cotignola\Barbiano e Massa Lombarda sfileranno poi sul parquet del PalaCattani durante l’intervallo.

 

INNO NAZIONALE – Saranno le giovani faentine Agata Ricci e Beatrice Bertoni a cantare l’inno nazionale prima della palla a due. Agata e Beatrice si sono conosciute grazie alla passione per la musica che le ha unite a tal punto da farle partecipare ai concorsi canori sempre in coppia. La loro esibizione è resa possibile grazie alla collaborazione tra i Raggisolaris e la scuola di musica e canto Artistation, che ad ogni partita casalinga organizza le performance canore dei suoi artisti. Artistation è a Faenza in via Silvio Pellico 16. 

L’AVVERSARIO Un ottimo avvio di campionato con cinque vittorie ottenute nelle prime otto gare e una flessione nelle ultime settimane (un successo negli ultimi otto incontri) hanno portato la Sutor Montegranaro a scivolare dalla zona play off alla lotta salvezza, una discesa che però non deve trarre in inganno. I marchigiani hanno infatti un roster con tanta qualità soprattutto nel reparto esterni, dove ci sono molti tiratori in grado di fare la differenza. Ne sa qualcosa proprio la Rekico che all’andata perse 98-96 dopo un tempo supplementare con un tiro da tre subito all’ultimo secondo scagliato da Villa, il quattordicesimo segnato dalla squadra in quel match.

 

Di sicuro la squadra di coach Marco Ciarpella non ha pagato lo scotto della matricola, grazie anche all’esperienza di molti suoi uomini come il playmaker Michele Caverni, promosso lo scorso anno in A2 con Pescara, miglior realizzatore della Sutor con 13.4 punti di media come Riccardo Lupetti, che ne segna 13.3 di media ad incontro: all’andata con le sue quattro triple mise parecchio in difficoltà la difesa faentina. Gli altri due giocatori che viaggiano in doppia cifra sono la guardia Francesco Villa con 11.5 e l’ala Alessandro Panzieri con 11.3 che abbina questo bottino a 6.9 rimbalzi: pure lui lo scorso ottobre segnò quatto tiri da tre. Di grande impatto è anche il centro Valerio Polonara, determinante sotto canestro con punti e rimbalzi. L’ultimo senior del roster è Riccardo D’Angilla, ala che dalla panchina garantisce un buon minutaggio. Al PalaCattani debutterà in maglia Sutor, la guardia Michele Rovatti, tesserato in settimana e fermo nella prima parte di stagione. Per l’esterno classe 1996 si tratta della prima volta in B dopo le esperienze in A2 alla Fortitudo Bologna, a Verona, a Cagliari e in A1 con Reggio Emilia.

 

Tra gli under, sono impiegati con continuità le guardie\ala Francesco Ciarpella (1999) e Matija Jovovic (1999) e i 2000 Jacopo Ragusa (centro) e Francesco Palmieri (ala). Il più giovane del roster è invece la guardia Niccolò Lucangeli, classe 2001. Ha salutato la squadra Michele Tremolada, che ha rescisso il contratto con il club nei giorni scorsi.

 

IL PREPARTITA “Ricordiamo ancora la partita dell’andata e vogliamo a tutti i costi riscattare quella prestazione negativa – sottolinea l’ala Giorgio Sgobba -. A Montegranaro non è stata soltanto la sconfitta all’ultimo secondo dopo un tempo supplementare a condannarci, ma il nostro atteggiamento, perché non abbiamo mai difeso con attenzione: abbiamo fatto il gioco dei nostri avversari che sono stati bravi ad approfittarne. I 98 punti concessi sono stati davvero troppi e in quell’occasione si è vista la nostra inesperienza, considerando anche che eravamo alla seconda giornata.

Ora però siamo maturati e cresciuti e sappiamo che domenica occorrerà mantenere l’intensità alta ed essere sempre concentrati, perché vincere sarebbe troppo importante per la nostra classifica, dato che siamo a pochi punti dai play off e dai play out. Vogliamo rilanciarci in classifica e soprattutto trovare quella seconda vittoria consecutiva che non abbiamo mai ottenuto in questi mesi. La continuità di rendimento dovrà essere la nostra arma in più, come lo spirito battagliero che dobbiamo mettere in campo sin dalla prima azione: anche questa settimana coach Friso ha mantenuto alta la tensione e i ritmi di allenamento per farci arrivare arrabbiati e carichi alla partita. 

Dovremo imporre subito il nostro gioco, perché Montegranaro è una squadra pericolosa pur avendo un rendimento differente in casa e in trasferta. Ha esterni molto pericolosi che possono segnare oltre venti punti e lo abbiamo provato sulla nostra pelle all’andata: quella lezione ci è servita e non accadrà di nuovo”.

PROSSIMO TURNO – La Rekico giocherà domenica 26 gennaio alle 18 in casa della Tramec Cento e ritornerà al PalaCattani mercoledì 29 gennaio alle 20.30 contro l’Esa Italia Chieti.

 

 

 

Luca Del Favero

Capo Ufficio Stampa Rekico Raggisolaris Faenza

 

 

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'