In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Futsal

Vittori fra i pali dell'Imolese

Porta blindata per l'Imolese: arriva dalle Marche il portiere per la A2.

Di Stefania Avoni 10/07/2019


Vittori fra i pali dell'Imolese

Diego Vittori


 

Imola, 10 luglio 2019 -  C'è chi esce dalla porta del mercato estivo e chi, fortunatamente, entra per restare. Mai luogo comune fu più azzeccato per formalizzare l'acquisto, da parte dell'Imolese Calcio 1919, di DIEGO VITTORI. La missione del marchigiano di Morrovalle, classe 1993, sarà quella di presidiare la porta rossoblu al debutto (per entrambi) in A2. "Dopo sette anni nel Cus Ancona, in serie B, era giunto il momento di partire, per seguire le mie ambizioni, confrontandomi con una realtà territoriale e sportiva diversa e tentando il salto di categoria. L'Imolese è una società molto organizzata, con giocatori di fama nazionale: ho colto al volo l'occasione che mi ha offerto." Due anni fra le giovanili e la C1 della Nuova Morrovalle, l'esperienza nel campionato nazionale universitario, che vince, la crescita nella società dorica: tanti gli anni di fedeltà ai colori biancoverdi, prima di spiccare il volo e lasciare la sua casa sportiva: "Sono uno che si lega alle persone con cui ha a che fare: a volte è un bene, altre un male per il sottoscritto, ma credo sia un valore aggiunto per una squadra. Ad Ancona, dopo tanti anni, ero un punto di riferimento: ora dovrò ripartire daccapo e fare il possibile per meritare la fiducia dei mister e dei compagni, sia sul piano del gioco che su quello umano." Difensivista (per ovvi motivi), calmo, riservato: Vittori sarà uno dei due portieri a contendersi, partita per partita, il ruolo da titolare: "Tengo moltissimo al rapporto coi colleghi che ricoprono il mio stesso ruolo. Ho sempre instaurato un rapporto sereno, ispirato ad una sana competizione: è così che si dà il meglio di sè." Un anno di tempo per... "Per integrarmi coi compagni, impattare nel modo giusto la categoria e convincere l'Imolese a scegliermi ancora." 
 
 


Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'