In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio

Riviera Easter Cup

Che spettacolo

22/04/2019


Riviera Easter Cup

Il Trebbo 1979 (Trebba o Trebbia, per l’organizzazione..) viene inserito nel girone A insieme alla Cedratese Calcio, squadra della provincia di Varese, il Basilicastello squadra del parmense e il Rovellasca, squadra del comasco.

La prima giornata vede i nostri contrapposti alla Cedratese, squadra favorita per la vittoria del girone.
Partita equilibrata, coi lombardi che passano in vantaggio su calcio di rigore a metà del primo tempo, immediata reazione del Trebbo che pareggia sugli sviluppi di un calcio d’angolo, grazie ad un eurogol di Diego Costa, quello bravo, non quello dell’Atletico. Partita che si avvia verso un pareggio sostanzialmente giusto, ma a nove minuti dal termine, la Cedratese fa un cambio che risulterà determinante per le sorti del match: entra il numero 17, che segnerà la rete decisiva sette minuti dopo, regalando la vittoria ai suoi.
E invece no, la vittoria rimane in bilico, perché sulla panchina emiliana, oltre ad un avvocato criminologo, c’è anche un pool di menti matematiche, a cui i conti non tornano, iniziano a contare con pallottoliere e dita di quattro mani, e ancora no, i conti non tornano. A quel punto si chiede l’intervento dell’organizzazione del torneo, che scioglie le riserve, in effetti quella sostituzione è determinante perché è l’ottava, mentre sono sette quelle consentite, risultato ribaltato dal giudice sportivo che assegna la vittoria al Trebbo.
Seconda giornata contro il Basilicastello, Trebbo parte forte, e passa subito in vantaggio con una rete di Li Sacchi che riceve un assist al bacio di Varchetta, e batte il portiere in uscita.
Il Trebbo continua a spingere, ma non riesce a mettere il risultato in cassaforte, raddoppio che arriva nel finale grazie al Ropero Kardasis, che riceve palla da Miano, si trasforma in Mark Lenders, e con un tiro che assume una traiettoria da cartone animato, mette il pallone tra palo e portiere.
Nella terza giornata, basterebbe un pari per accedere alla semifinale; contro il Rovellasca dopo 7 minuti il Trebbo ha già colpito un palo, una traversa, un gol di Branca annullato per fuorigioco (dubbio), e un paio di gol divorati davanti alla porta, tutto lascia pensare che finirà in goleada, e invece no, perché il Trebbo ama complicarsi la vita, e allo scadere del primo tempo, contropiede perfetto del Rovellasca, che passa in vantaggio. Gelo tra i supporters arancio blu, (perfetti anche in questa competizione per folklore, simpatia e correttezza) che rimangono in assoluto silenzio per qualche secondo, anche la Vanny è ammutolita, in ventiquattro anni non era mai capitato, mai (cit.).
Nella ripresa, ci pensa ancora i nostro Ropero Kardasis a trovare il pari con un bel tiro dall’interno dell’area che batte il portiere.
Primi nel girone, siamo in semifinale, con merito.
In semifinale l’avversario di turno è il Missaglia Maresso, squadra della provincia di Lecco.
Anche questa partita è molto equilibrata, Trebbo vicino al vantaggio con Morselli, che batte una punizione da Cesenatico, e colpisce la traversa, quarto o quinto legno in quattro partite, non particolarmente fortunati i nostri ragazzi. Lombardi in vantaggio a qualche minuto dall’intervallo. Trebbo che prova fino alla fine a raggiungere il pari, e San Pellegrino che ci tiene in partita con un paio di interventi da vero numero UNO. Finisce così, in finale ci vanno loro, che non demeritano, a noi tocca la finale per il terzo posto, contro gli ungheresi del Kerulet tve, ma i ragazzi guidati da mister Benincasa, non ne hanno più, fisicamente e mentalmente hanno già dato tutto, di fatto non entrano mai in partita che finisce 0-3 per i ragazzi dell’est.

Un quarto posto, partite giocate alla pari con tutti, bravi ragazzi, vi vogliamo così!

-L’imperatore-



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'