In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio | Dilettanti | Serie D

Il punto del D...irettore

Di Mirco Mariotti 13/02/2018


Il punto del D...irettore

Foto Schicchi


 

Il cinico Rimini continua nella sua marcia inesorabile verso la conquista della Serie D dopo il successo esterno in quel di San Giovanni Valdarno, anche perchè le inseguitrici, tranne il Villabiagio che, nello scontro diretto batte il Fiorenzuola, sono quasi condannate a giocarsi un posto nei play off. Se nel girone D i giochi sono quasi fatti, nel girone F si è invece riaperta la lotta al vertice dopo il successo della Vis Pesaro a Matelica nello scontro diretto con il distacco tra le due contendenti che ora è ridotto a soli 4 punti. Ma andiamo ad analizzare partita per partita quello che è accaduto sui campi che hanno visto protagoniste le squadre della nostra regione.

Partiamo dal girone D e dal successo del Rimini sul terreno della Sangiovannese per 0-1. Partita molto combattuta tra le due squadre anche se occasioni vere da gol se ne contano ben poche e che si poteva sbloccare solo in maniera episodic, cosa che avviene al minuto 72 quando, sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto da Capellupo, è Buonaventura ad incornare verso il primo palo con Scarpelli che nulla può fare. Toscani che avrebbero meritato il pari, ma la capolista porta a casa il settimo 1-0 stagionale e vendica la sconfitta subita nella gara d'andata al "Romeo Neri".
Nello scontro diretto disputato a Castiglione della Valle tra due delle tre seconde in classifica, è il Villabiagio ad avere la meglio sul Fiorenzuola per 4-2, umbri ora solitari a posizionarsi nella piazza d'onore, piacentini al settimo risultato utile negativo. La squadra di Cocciari è già in vantaggio dopo soli otto minuti, Brunori dal limite innesca lo smarcato Pettinelli sulla destra, assist per Rinaldi che, appostato sul secondo palo, deve solo appoggiare la sfera in rete. Al 13' arriva l'immediato pareggio ospite, sugli sviluppi di un corner battuto dalla destra da Mazzotti, Bigotto spizzica per Bruzzone che di testa anticipa tutti mettendo la palla in rete sul palo opposto. Al 25' Cangi, sugli sviluppi di una rimessa laterale, interviene in maniera scoordinata in area su Bigotto, l'arbitro indica il dischetto, primo rigore stagionale assegnato al Fiorenzuola che Bosio trasforma con un rasoterra molto preciso nonostante Kikrri avesse intuito l'angolo giusto su cui tuffarsi. Al 48' arriva il pari con Francioni che si inventa un lob al volo nei pressi del vertice destro dell'area piccola su cui Vagge, in uscita, non può fare assolutamente nulla. Al 63' arriva il sorpasso del Villabiagio con un capolavoro su punizione di Brunori che spedisce la palla sotto l'ncrocio dei pali. Gol che ammazza di fatto le velleità dei piacentini che subiranno la quarta rete con Rinaldi che con un diagonale dalla destra dà l'ultimo dispiacere giornaliero a Vagge.
L'Imolese, al "Romeo Galli", non va al di là di un pareggio per 2-2 contro l'ottimo Romagna Centro, ma deve gridare il mea culpa per il secondo errore dal dischetto nei minuti finali che poteva dare il successo alla formazione allenata da Massimo Gadda. Al 33' padroni di casa in vantaggio, Ferretti dalla linea di fondo serve Crema che indovina una conclusione angolata imparabile per Sarini. Al 44' i cesenati raggiungono il pari sugli sviluppi di un corner, pessima l'uscita di Rossi e Gabrielli, dal limite dell'area piccola, deve solo appoggiare la palla nel sacco. L'Imolese rimette il naso avanti al 58' grazie ad una ripartenza micidiale, Titone si beve due difensori e serve sulla sinistra lo smarcatissimo Valentini che infila Sarini. Passano solo sei minuti ed è nuovamente parità, tiro rasoterra di Cortesi dal limite dell'area, conclusione molto angolata ma non imparabile che sbatte sul palo, palla che perviene a Zamagni che ribadisce la palla in rete. Al minuto 82 grande occasione per i rossoblù imolesi per ritornare in vantaggio, Sarini respinge una palla vagante nell'area piccola, Franchini si avventa sulla sfera e viene atterrato dal portiere del Romagna Centro, l'arbitro assegna il penalty che si incarica di calciare Ferretti, ma il suo tiro termina a lato buttando alle ortiche la vittoria ed il secondo posto in classifica.
Il risultato del giorno arriva dal "Morgagni" con il Forlì che soccombe per 2-3 in casa contro la Pianese, terminando una serie positiva che durava da ben otto partite. Dopo un buon inizio dei biancorossi, sono i toscani a passare in vantaggio al 17' con una veloce ripartenza che parte con un lancio lungo di Simeoni che vede liberissimo Golfo scattare sulla sinistra, assist al centro per Ferri che trafigge Bianchini. Alla mezz'ora i Galletti trovano l'immediato pareggio con un'azione personale di Ferri Marini che, in piena area, si sistema il pallone e spedisce la sfera nell'angolino basso alla sinistra di Wroblewski. Al 45' la Pianese ritorna sorprendentemente in vantaggio, lancio lungo di Golfo che viene raccolto da Simeoni che stoppa al volo e fulmina Bianchini con un diagonale preciso. Al 71' i romagnoli agguantano nuovamente il pareggio, punizione calciata da Felici dalla destra, il portiere sembra prendere la sfera ma è Bernardini ad anticiparlo di testa nell'area piccola ed a beffarlo spedendo la palla nell'angolino alto. Il Forlì continua a premere, ma al minuto 86 arriva la beffa, Golfo scatenato sulla destra si beve come il burro due difensori, entra in area e serve Ferri che, appostato sul limite dell'area piccola, in tuffo a porta spalancata mette in rete il gol vittoria per i toscani, punizione troppo severa per un Forlì sciupone.
Torna al successo il Lentigione che batte al "Levantini" per 2-0 l'Aquila Montevarchi, valdarnesi che non vincono da ben cinque partite. Dopo una prima frazione di gioco abbastanza in equilibrio, la ripresa parte col botto. Difatti non c'è tempo per vedere la lancetta dell'orologio ultimare il primo giro ed i reggiani passano, difesa toscana non irresistibile, Muscas da fondo campo serve Radoi che, ben appostato al limite dell'area piccola, infila Pellegrini. Il Montevarchi reagisce ed ha diverse opportunità per pareggiare, ma sono i padroni di casa a confezionare il gol del raddoppio al 75', numero acrobatico di Ferrari in piena area che serve lo smarcatissimo Roma che a centro area dà il secondo dispiacere a Pellegrini. Al minuto 87 toscani che sfiorano il gol che poteva riaprire la partita dopo un clamoroso batti e ribatti in area che vede anche una incredibile traversa colpita da Essoussi da un metro dalla porta.
Pareggio a reti bianche tra Sammaurese e Correggese, risultato che può accontentare i romagnoli, non sicuramente i reggiani che ora sono nuovamente penultimi in classifica. Poche le occasioni da gol, meglio i padroni di casa che hanno accelerato i ritmi soprattutto quando la Correggese è rimasta in dieci al 63' per il doppio giallo comminato a Laplace dopo un duro fallo comesso su Soresini. I reggiani devono ringraziare soprattutto il portiere Sarri e l'imprecisione degli attaccanti locali se il risultato è rimasto inchiodato sullo 0-0.
La Vigor Carpaneto batte per 2-1 il Vivialtotevere Sansepolcro e si allontana decisamente dalla zona play out, mentre gli ospiti rimangono impantanati all'ultimo posto in classifica. Prima frazione che parte con i piacentini alla ricerca del vantaggio e, dopo un paio di buone opportunità, il gol arriva grazie a Bernasconi che, ben servito da Rantier, scarica un destro potentissimo dal limite dell'area che si infila nell'angolino basso alla sinistra di David. I valtiberini cercano di reagire, ma a trovare il raddoppio al 57' sono i padroni di casa, Mauri fugge sulla fascia sinistra e crossa sul secondo palo dove arriva in tuffo Rantier che anticipa il portiere mettendo la palla nel sacco. Reazione furente degli ospiti che si vedono annullare un gol per offside e successivamente al 61' trovano il gol della speranza con Alagia che sfrutta una dormita della difesa per battere Mercuri con un bel diagonale in corsa. Ma è l'ultimo sussulto ospite perchè la Vigor controlla molto bene la partita sfiorando in almeno un paio di occasioni la terza marcatura.
Vittoria importantissima in chiave salvezza per il Sasso Marconi che regola di misura per 1-0 il Castelvetro al "Carbonchi". Partita non bellissima risolta a cinque minuti dalla fine grazie a Boccaccini che, di punta, risolve una mischia in area (nella foto l'esultanza dopo il gol). Gol che allontana la squadra di mister Moscariello dalla "zona calda", classifica che diventa invece sempre più complicata per i modenesi.
Seconda vittoria consecutiva per il Mezzolara che espugna il terreno del Tuttocuoio per 0-1. Decisivo al 21', sugli sviluppi di un calcio d'angolo, il gol di Bagnai che, in seconda battuta, spedisce la palla in rete da pochi passi dopo aver agganciato male la sfera. I toscani reagiscono ma in maniera molto sconclusionata e raramente impenseriscono Malagoli, mentre i bolognesi di mister Ferrante sfiorano il pari con qualche ripartenza che poteva avere miglior fortuna. Mezzolara che aggancia il Tuttocuoio in classifica, entrambe ad un punto dalla salvezza diretta.
Chiude la 26esima giornata il successo importantissimo in chiave salvezza per la Colligiana che regola 2-0 lo Sporting Trestina.

Passiamo al girone F ed al pareggio interno per 0-0 del San Marino contro la pericolante Monticelli. Partita non esaltante per i Titani, giganti fuoricasa, mentre mancano con il successo allo "Stadium" dal 19 novembre. Il gol lo trovano i marchigiani nel recupero del primo tempo con un colpo di tacco di Galli, ma l'attaccante è in fuorigioco e l'arbitro annulla la rete. Del resto tanta confusione e poco altro per un San Marino che rimane comunque a poca distanza dalla zona play off.
Nelle altre partite della 23esima giornata spiccava il big match tra le prime due in classifica, ad avere la meglio è la Vis Pesaro, che espugna Matelica per 1-2, e riapre completamente i giochi per la promozione diretta in Serie C. Dietro rallentano tutte, la Vastese perde clamorosamente in casa per 2-3 contro il San Nicolò, l'Avezzano viene bloccato dalla Sangiustese sullo 0-0, mentre raccoglie un buon pari per 2-2 il Castelfidardo a Francavilla. L'Aquila si riavvicina alla zona play off regolando con un netto 4-0 il Fabriano Cerreto, mentre torna al successo il Pineto che sconfigge la Jesina per 2-1. Il derby molisano tra Città di Campobasso ed Olympia Agnonese termina 1-1 con il pareggio ospite che arriva in pieno recupero, infine la Recanatese batte la Nerostellati per 2-0.








Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'