In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Baseball

Alex Sambucci lascia la Fortitudo Bologna dopo tre stagioni

14/11/2017


Alex Sambucci lascia la Fortitudo Bologna dopo tre stagioni

alex sambucci


 

 

“E’ stata una decisione sofferta, perché la Effe mi è entrata nel cuore e il rapporto con Lele ed i ragazzi è talmente bello che va anche oltre il baseball.” Con queste parole il prima base originario di Latina conclude la sua esperienza in biancoblu e torna a Parma. Alla base della scelta una proposta in ambito lavorativo.

 

 

 

“E’ stata una decisione sofferta, perché la Effe mi è entrata nel cuore e il rapporto con Lele (il manager Daniele Frignani, nda)  ed i ragazzi è talmente bello che va anche oltre il baseball”. Con queste parole, Alex Sambucci, prima base classe ’89, originario di Latina, lascia Bologna dopo tre stagioni per far ritorno in quel Parma che lo già ha visto protagonista dal 2009 al 2014.

 

Sono motivi legati all’ambito lavorativo che hanno spinto Alex a scegliere la nuova destinazione: “… un’offerta di quelle che non si possono rifiutare, anche se la Fortitudo baseball ha fatto il possibile per trattenermi”. Tre stagioni indimenticabili, nelle quali Sambucci ha portato un contributo importante e a tratti determinante alla causa biancoblu, difendendo il cuscino di prima base ed occupando un ruolo nel cuore del lineup felsineo, con in mezzo la “perla” dello scudetto della stella: “… un campionato difficile, concluso nel modo migliore. Mi porto dietro il rapporto con Lele e con tutto lo staff tecnico, con Claudio Liverziani, con il quale ho giocato assieme solo per due stagioni, che tuttavia sono bastate per ricevere da lui tantissimo in termini di insegnamento”.

 

Per finire il riconoscimento alla società che lo ha fortemente voluto in casacca Fortitudo: “… ringrazio una società che mi ha trattato con i guanti di seta; ho passato tre anni bellissimi, ringrazio i tifosi, porterò nel cuore tutti voi”. Un Alex Sambucci al limite della commozione, prende commiato tentando di stemperare il momento con una battuta: “… non fischiatemi troppo quando torno al Falchi”, ma anche con un sincero arrivederci: è ancora talmente giovane anche dal punto di vista sportivo e nella vita, mai dire mai.

 

Il Presidente Stefano Michelini, a nome del Consiglio Direttivo della Fortitudo B.C. 1953, pur nel rammarico ma anche nella comprensione della scelta sportiva e di vita maturata dall’atleta, esprime un profondo e sincero ringraziamento a Alex Sambucci per l’importante contributo portato alla causa biancoblu in queste tre stagioni indimenticabili, nelle quali la UnipolSai Fortitudo ha conquistato lo scudetto della stella, due coppe Italia, oltre a disputare due finali europee. Formula al giocatore il più sentito in bocca al lupo per il prosieguo della carriera e per la nuova attività lavorativa.

 

 

F Unipol

Fortitudo B.C. 1953 – Ufficio Stampa



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'